Escapology

il

Cena In Piedi 16/05/2007

Serata ben riuscita a detta di tutti…
Ieri non ero comunque molto felice, c’era un qualcosa di malinconico residuo anche se il “one man show” é andato a buon fine. Ho fatto il cuoco, il dj, il p.r. , lo showman. Anche le mie “spalle” hanno lavorato bene: Tommy mi ha aiutato nelle tartine e ad ottimizzare con quello che c’era e Diego, oltre a fare la spesa per la cena, ha fatto le foto e mi ha aiutato ad accogliere gli ospiti…persino Mattia é stato a tratti socievole! Insomma una macchina che funzionava bene anche se era la prima volta che correva…
Dicevo che non ero proprio felice, la scherma che non và come non và in questo periodo non può non entrare nel mio quotidiano.
Finito tutto ho riordinato per avere la casa in ordine al mattino, come ai vecchi tempi: d’altra parte oggi non dovevo fare nulla a parte scherma.
Al mattino ho navigato un po’ la rete, ho provato altre due, tre delizie culinarie (in zona) aspettando il pomeriggio. Sono uscito e ho fatto un piccolo giro e ho comprato due cose, mi sentivo meglio dei giorni precedenti: sto scialaquando il patrimonio per sentirmi meglio, ma funziona… Domani dovrebbe arrivare la nuova macchina fotografica: avrò un nuovo giocattolo… In continente americano la utilizzerò molto, per documentare il più possibile. Oggi ho deciso che, se mi riesce, sintetizzerò la trasferta in quattro post, uno per città. Quattro lunghi post con foto a seguito. Non ho ancora deciso se tagliare i capelli o meno prima della trasferta. O meglio, non ho deciso se sfoltirli o tagliarli corti: accetto consigli. L’ “etica del guerriero” dice che dopo la sconfitta si tagliano… vedremo.
Tutta questa ricerca di vie di fuga era per scappare un po’ dalla scherma che stavo vedendo come qualcosa che non andava bene, che non mi dava felicità come prima.
Arrivo in sala dopo aver deciso di fare solo lezione e non tirare, mi dovevo concentrare sull’esercizio e non ricevere negatività dall’assalto che non riusciva e dava solo tensioni.
Aspetto un po’…Inizio e…la mente và, la mano anche, il corpo con essa.
La lezione si é sviluppata bene e la conclusione positiva é stato un vero e proprio sospiro di sollievo, un riacquistare qualcosa che sembrava perso da tempo, qualcosa che nella mia testa era come perso per sempre: una gioia immensa. Non mi sento di dire ancora nulla perché l’esperienza mi ha insegnato che la troppa gioia prima di Parigi non ha portato ai risultati sperati, ma sento che le sensazioni sono migliori di poco tempo fà.
Ho cambiato spada e ho scoperto che di quelle nuove non tutte fanno schifo, quella di oggi la sentivo bene in mano. E’ anche vero che la mano che ho ritrovato oggi era diversa da quella di prima: mi si é come sbloccato il polso, il braccio, la misura. Sento meglio finalmente la punta (prima della lezione ho persino scritto un sms con la spada…), ma é l’attenzione secondo me a fare la differenza…
Ogni tanto spallo ancora un pò, ma é una reazione che riacquistando la fiducia persa scomparirà. Sento ancora un piccolo brivido di negatività, ho ricevuto un brutto colpo ultimamente, che scompare quando le cose vanno per il verso giusto e torna sotto forma di insicurezza dopo, ma penso di avere i mezzi per arginare il problema alla svelta se riesco a continuare così.
Aspetto Lunedì per continuare il rehab…
Stasera seconda puntata dell’esalogia e poi letto…
You Don’t Know the Power!

P.S.: C’é grande familiarità tra Star Wars e la mia vita…Vado a ripassare…
P.P.S.: Dopo cena abbiamo giocato a “Taboo Anniversary” dove, oltre alle solite regole, ce n’erano delle altre nuove. Una parte del gioco, la più divertente constava nel mimare una parola con un pupazzo detto “Mimotto” (che fantasia). Un -10 a Tommy che non ha indovinato “giocatore di football”… Lui (e pochi altri) sa perché…

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Anonimo ha detto:

    proprio ieri volevo dirti che nelle foto hai ancora i capelli!!!!!complimenti per le foto e per il tiramisù e tutto il resto ….sono contenta che tu ti stia ritrovando solo mi dispiace che tu abbia dei dispiaceri e che te ne faccia sommergere ma comunque lo sai che si deve andare a fondo e poi non si può fare altro che risalire…un suggerimento se vuoi passare alla dogana americana non cambiare molto dalla foto che hai fatto e accorcia solo i capelli e fatti la barba!!!!!!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...