Rieccoci, con una certezza in più…

il

Post dalla casa dei miei a Treviso.
Post dopo molto tempo e molti fatti.
Post che rispecchia in linea di massima un periodo positivo, a parte il pasticcio combinato con l’ HD esterno che non si avvia più…
Dopo una settimana stranito in casa a Milano, c’é stata la gara di Legnano, individuale e a squadre. Individualmente sono arrivato 5°, perdendo con Diego Confalonieri, poi vincitore. Chi mi conosce sa che non ho accolto con giubilo il momento, ma a mente freddaho capito che sto continuando ad imparare e mi va bene, in un anno così importante, che ciò avvenga il prima possibile onde evitare di commettere gravi errori in futuro.
La gara a squadre l’abbiamo vinta con una certa superiorità , anche se non abbiamo incontrato Francia e Ungheria, le nostre vere rivali. La gara di per sé non conta come test, anche se abbiamo tirato molto meglio delle altre gare, ma conta il fatto che ora siamo matematici a Pechino. Molto bene. Ora la mia vita, come ho detto ai pochi giornalisti con cui ho parlato, non cambia per nulla, ma ho una certezza in più e sono più rilassato mentalmente. Quest’anno manca ancora un bel risultato individuale, ma é un’altra questione, non da trattare ora.
Ennesimo riavvicinamento tra me e Annalisa, di cui tralascio i dettagli per non annoiare o ripetermi… Questa volta però il tutto é sfociato nell’acquisto di un cane, di un Carlino che Annalisa ha chiamato Gas-Gas. Effettivamente é bellissimo e ispira molta tenerezza perfino a me…
Con i soldi della trasferta asiatica mi sono comprato un MacBook nero nuovo, che sto ancora settando: sono un pò in tensione per il passaggio di certi dati da HD esterno del sistema operativo vecchio a computer, che sembrano non voler andare… ma vabbé.
Per il resto sono completamente preso dalla lettura: é ritornato il periodo dei libri, uno dei miei “cicli” che si ripetono ogni anno. Il libro che ho per le mani ora é di Krakauer e si intitola “nelle terre selvagge”, il libro che ha ispirato il film “Into the Wild”, basato comunque su una storia vera di un ragazzo che decide di andare via dalla civiltà e perdersi nella natura, totalmente consapevolmente.
Sono sempre attento alle novità della tecnologia, ma per ora solo come osservatore e non come acquirente. Musicalmente in questo periodo sono usciti molti albums, io ho comprato il nuovo di Jack Johnson, un live di Damien Rice e sto ascoltando il nuovo dei Baustelle (di Diego): nessuno mi rapisce, ma non sono dei brutti dischi tutto sommato. Aspetto il nuovo di Nick Cave: Dig! Lazarus Dig!
Come vedete non so più che dire… Se non mi si pubblica il filmato, andate su You Tube e digitate Matrix Fencing, ci sono in due passaggi, se mi riconoscente.
Interessante soprattutto il secondo, ovvero la “contro di terza in rincorsa con plurimo lancio di canna da pesca e coltellata finale”.
Ciao!

P.S.: So che é la centesima volta che lo dico, ma prometto che curerò di più il blog…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...