everybody knows but no body really knows

il

A volte ritornano…

Forse non é temporalmente il momento adatto per scrivere , ma il titolo del post spiega in parte perché sono qui.
Sto scrivendo il primo post dal mio NetBook rinominato MattoBuntu causa sistema operativo (Ubuntu) anche se sono in casa, visto che il mio MacBook é impegnato in un partizionamento (che discorso da Geek, ma volevo solo farvi sapere del mio nuovo gioiellino portatile, viste le ore di sudore che ci ho messo a configurarlo…).
La Musica di stasera é solo R&B, ora c’é Sade, prima John Legend, da cui il titolo e il testo sotto.
Mi sono pensato di scrivere, visto che era tanto tempo che non lo facevo e ne sentivo il bisogno, soprattutto in questa serata piovosa e solitaria di Milano.
Potrei dire tutto e niente, come al solito, inizierò con raccontare un po’ di cose…
A scherma la stagione é iniziata un po’ a singhiozzo per me, ma un po’ me lo aspettavo. Lasciata l’illusione iniziale che “se sei campione olimpico allora vinci sempre” (durata 10 o 15 minuti) ho attraversato un lungo periodo in cui la mia vita é andata ad interferire con il mio lavoro. Un po’ troppo. Ma penso di aver capito molte cose su di me, non tutto, ma, come dico sempre, tutto serve. La grande verità che “le aquile non volano a stormi” si é evidenziata in particolare ora che sono diventato una persona “particolare”. Sto accettando la mia condizione e cerco di sorridere a tutti gli eventi, anche quelli negativi che ultimamente mi hanno attaccato alla gola.
Tornando alla scherma, avevo seriamente pensato di abbandonare: poca voglia, troppe difficoltà, principalmente al di fuori del settore. Invece, dopo Heidenheim, tre giorni fa, ho capito che c’é ancora strada da fare e tanta. I miei avversari sono ancora troppo felici di battermi, per dargli la soddisfazione di lasciar loro lo spazio che non si meritano. E’ stata dura iniziare una stagione anche senza il mio avverario preferito : Fabrice Jeannet (che ha smesso dopo Pechino). L’unica persona per cui valeva la pena di allenarsi duro, uno dei pochi con valori veri.
Ora però penso che le motivazioni stiano tornando, mi sento positivo, sto ritrovando i miei pensieri felici, il mio motore per riprendere alla grande. Credo… 🙂
Ci sono delle ombre nel mio passato che tardano ad andarsene ma cerco di rischiararle con più luce possibile.
Ho pensato a correre via per lungo tempo, ma ora é meglio che mi fermi e riprenda a camminare nella direzione giusta.
E’ dura farlo senza molta della gente che mi stava vicino, e con molta altra che non capisce come mi sento, ma é uno stimolo in più: andare avanti da solo.
Come un’ aquila.

P.S.: Sono stato forse un po’ sibillino, ma non vorrei mai che certe mie frasi finissero su certi giornali interpretate in certi modi…

Everybody Knows :

It gets harder everyday but I can’t seem to shake the pain
I am tryna find the word to say please stay
It’s written all over my face
I can’t function the same when you’re not here
Calling your name when no ones there
And I hope one day you’ll see

(Chorus)
No body has it easy
I still can’t believe you
Found somebody new
But I wish you the best
I guess
‘Cause everybody knows that
Nobody really knows how to make it work
Or how to ease the hurt
We’ve heard it all before and
Everybody knows just how to make it right
I wish we gave it one more try
One more try, try (one more try)
One more try, try (one more try)
‘cause everybody knows
But no body really knows

Oh ooh yeah

I don’t care what the people say
If I’ll be lonely anyway
Baby don’t fill up your head with he said she said
It seems like you just don’t know (don’t know)
The radio goes you’re tuning me up
Am trying to speak you’re turning me down
And I know one day you’ll see

(Chorus)

I wish that you would understand
I’m just an ordinary man
I wish that we had known
Everybody knows that nobody really knows
And I know one day you’ll see
Nobody has it easy

(Chorus)

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. -kenji- ha detto:

    Finalmente il blog è ritornato a vivere,è bello poter leggere i tuoi interventi,sono così profondi e \”veri\”.Mi fa piacere che tu non abbia deciso veramente di mollare lo scherma,però l\’importante è che tu faccia sempre ciò che ti va e che ti senti di fare…Un saluto!

    "Mi piace"

  2. Anonimo ha detto:

    Per me dopo che sei diventato un campoine olimpico è ridicolo mollare la scherma anche se non so bene tutti i motivi che ti hanno portato a pensare questo.

    "Mi piace"

  3. Anonimo ha detto:

    E rimettiti con l\’Annalisa!!

    "Mi piace"

  4. celeste ha detto:

    Ma nn ci sei più su facebook? uffi..

    "Mi piace"

  5. sara ha detto:

    Prima mi piacevi, ti ho anche seguito alla talpa nonostante lo ritenga un programma di m., ora non più, ti vedo poco trasparente e un pò falso.

    "Mi piace"

  6. Anonimo ha detto:

    Trésor…..

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...