Come Cambia La Vita (a volte)

il

Sto ascoltando “Phrazes For The Young”, il nuovo album di Julian Casablancas,  che é una specie di nuovo albume degli Strokes ma con due-tre ballate qua e là e meno chitarre. Nonostante tutto non male. Prova anche a fare Elvis in una canzone… non ci riesce però: si consolerà con qualche modella dell’agenzia del padre se mai si sentisse triste per la mancata riuscita…

Sono a casa mia, quella a Milano, comprata a metà coi soldi delle Olimpiadi e metà con quelli della Talpa. Penserete: “con tutti quei soldi sarà una reggia…”. No, é normale proprio perché quei soldi non erano “tutti quei”… ma é mia, e io ne sono felice.

Prossimo obiettivo: Ferrari.

Forse devo diventare ricchissimo prima.

Da quando ho vinto le Olimpiadi sto pensando spesso ad altro oltre che alla scherma. Non vuol dire che non mi importi più del mio sport. Rimane sempre la mia vita, ma ora non ho più l’ossessione di dimostrare, ho la voglia, ma non la malattia della vittoria che avevo prima di Pechino.

Il bello é che ho scoperto molti più spazi per me esterni alla scherma, e penso questo porti del beneficio oltre che a me anche al mio modo di pormi in gara. E’ ovviamente un’arma a doppio taglio, si rischia di non sentirsi più affamati di competizione, ma non é ancora il mio caso. Sto affrontando un allenamento duro già per Londra, ma in modo diverso. Diverso non solo perché é proprio un lavoro nuovo rispetto a quello per le Olimpiadi 2008, ma anche perché io sono diverso. Speriamo sia bene …

Per il resto sto conoscendo molta gente nuova e vorrei trarre beneficio per il mio futuro non schermistico… Mi piacerebbe che qualcuna di queste persone mi aprisse la strada mentalmente o fisicamente su quello che potrà essere il mio futuro dopo lo sport. Io non so ancora cosa ci sarà… ma non so perché mi vedo in giacca e cravatta e non in tuta.

Ma non é ancora il momento… (forse)

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Elisa ha detto:

    Matteo continua a scrivere io ti seguo, con interesse e passione. Meglio che ci sia meno fame di vittoria. La brama di vincere è una spinta molto forte, un sentimento che può riempire vita e giornate. Ma è meraviglioso potersi permettere come nel tuo caso di cambiare emozioni, e sperimentarne di nuove. Fai benissimo!!!!ti ammiro ancora di + Saluti

    "Mi piace"

  2. Marco ha detto:

    …E fai bene! Guardare avanti e pensare ad un futuro diverso è essere già a metà dell’opera!

    PS: non ci sono più i The Strokes di Room on Fire

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...