… Su ciò che non possiamo controllare


Ho recentemente guardato il documentario su Francesco Totti che è in streaming su Amazon Prime Video. Io adoro i documentari e in particolare mi piacciono quelli sportivi naturalmente perché relaziono più facilmente con me loro vite.

Trovo incredibile quante analogie ci siano tra l’esperienza di vita sua e la mia, con le dovute proporzioni naturalmente.

Trovo ancora più incredibile quanto incidano eventi imprevedibili come infortuni o ancora di più gli allenatori. Questi ultimi hanno la possibilità di essere positivi e aiutare la carriera di un atleta o essere negativi e deleteri. O entrambi nell’arco di una stessa vita. Per Totti lo è stato Spalletti che prima lo ha aiutato e poi lo ha osteggiato a tal punto che a mio avviso lui ha anticipato il ritiro nonostante fosse in ottima forma a prescindere dall’età.

Totti e Spalletti

Io nella mia carriera ho avuto, soprattutto all’inizio, molta gente che mi ha aiutato. Sono stato fortunato. Ogni volta che mi serviva l’ausilio di una determinata persona in un dato campo, fosse personale o lavorativo, quella persona era già lì o “spuntava” casualmente pronta ad esser dalla mia parte.

Purtroppo è successo anche il contrario : trovare nel bisogno solo persone pronte a darti il colpo di grazia. E queste persone spesso sono allenatori o tecnici che hanno il potere di condizionare la tua vita e la tua carriera. Persone che a prescindere dal risultato in campo o dalla situazione personale fanno delle scelte che cambiano la tua vita. E spesso tu sei impotente di fronte a queste scelte.

Io sono stato coinvolto in prima persona da questo sistema, ma ne sono stato anche spettatore riguardo ad altre carriere di atleti a me vicini o meno. L’Ho visto accadere anche esternamente allo sport, nel mondo del lavoro più “tradizionale”.

Allora mi domando: perché persone esterne hanno così tanta influenza sulla nostra vita? Perché nel mondo in cui viviamo certi individui hanno la possibilità di decidere del nostro presente e futuro? Sinceramente non me ne capacito.

È incredibile se ci pensate come siamo tutti connessi eppure certe persone non ci fanno caso oppure deliberatamente decidono di spezzare un anello nella catena di qualcun altro.

Io ora cerco sempre di prendere in mano la mia vita il più possibile e dare il mio meglio per essere sicuro che “la mia parte” non lasci nulla al caso. In attesa che il mondo cambi direi che non c’è alternativa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...